Percoto 19 - tradizioneattacchi.eu

19/06/2019
Vai ai contenuti

Menu principale:

Percoto 19

Come i Lombardi appassionati di opera attendono con trepidazione la Prima alla Scala di Milano, cosi i soci A.F.A.C. appassionati di attacchi di tradizione attendono impazienti l’evento delle Ville Venete a Percoto.
La calda e primaverile giornata ha fatto sì che i numerosi attacchi provenienti dal Friuli, dal Veneto e dalla vicina Slovenia di darsi appuntamento a Percoto per il bellissimo evento unico in Italia nel suo genere. Un concorso di Eleganza itinerante che si svolge lungo un percorso, che porta gli equipaggi ad attraversare e visitare i giardini di cinque Ville Venete. Un evento dinamico, brioso come la primavera per preparare i cavalli ai futuri appuntamenti dell’annata 2019.

Come da consuetudine alle ore 10.00 il primo concorrente redini in mano, cavalli toelettati, carrozza lucida, equipaggio in abbigliamento elegante, pronto per la fase di presentazione. Partenza per la prima delle 5 ville d’epoca da visitare all’interno delle quali vi è una prova “tiffany” per ognuna di esse, accompagnata da un bicchiere di fresco prosecco e appetitosi stuzzichini. Il trasferimento da una villa all’altra è da farsi in andatura libera affinchè ogni equipaggio possa permettersi di ammirare con serenità e spensieratezza le bellezze del territorio.

All’interno dell’ultima villa si è consumato il conviviale e tradizionale pranzo, tutti assieme allietati dalle brillanti musiche di un orchestrina locale. Fra una portata e l’altra sono state stilate le classifiche che hanno visto vincitori per la categoria singoli Renzo Pezzuto; categoria pariglie Bruno Cotic per la categoria tiri a 4 Roberto Marasco. L’evento si è poi concluso con la presentazione degli equipaggi partecipanti all’evento, che hanno sfilato singolarmente davanti  al folto pubblico della fiera di San Giuseppe di Percoto.

Vi attendiamo numerosi come sempre per il prossimo appuntamento A.F.A.C.
28 aprile Alture di Ruda con la passeggiata e la 2° Formula sport attacchi.

Torna ai contenuti | Torna al menu