Cavour - tradizioneattacchi.eu

05/08/2019
Vai ai contenuti

Menu principale:

Cavour

Finimenti

Un contrabbando particolare.

Un curioso dibattito sull’esportazione di finimenti tra il Regno di Sardegna e il Regno Lombardo Veneto,
che pone in luce un curioso contrabbando di fornimenti tra i due Regni.

Atti del Parlamento Subalpino; Sessione del 1854.

La Commissione propone un emendamento per la riduzione di lire 50 del dazio di lire 100, proposto dal Ministero per ogni 100 chilogrammi, riguardo ai fornimenti (finimenti) da tiro semplici; a lire 75 il dazio di lire 150 proposto dal Ministero pei fornimenti guernitì; a lire 50 quello di lire 80 proposto dal Ministero pei lavori non denominati, e finalmente a lire 50 quello di lire 100 proposto dal Ministero sui lavori diversi di pelle non denominati.

Cavour; ministro delle finanze, di marino, di agricoltura e commercio. "Io veramente non so comprendere perché la Commissione si sia decisa a proporre così larghe riduzioni intorno ai lavori da sellaio. Egli è evidente che non si fanno venire dall’estero che lavori distinti e di gran costo; nessuno vorrà pensare mai che siensi per importare dall’estero, anche con un dazio ridotto, i lavori di fornimenti da cavallo che si usano per i carri e carrozze comuni.
Ripeto, non si faranno venire dall’estero che i fornimenti di lusso, quindi io credo che questa riduzione sia opportuna, perché ridonderebbe esclusivamente in beneficio di chi meglio può sopportare questo dazio.
Pertanto io invito la Camera a mantenere la cifra del Ministero proposta."


Farina Paolo; il motivo che indusse la Commissione a proporre questa diminuzione, si è che specialmente pei fornimenti da cavallo di uso comune vi è una grandissima diversità nel prezzo di quelli che si fabbricano in Piemonte, e di quelli che si fabbricano in Lombardia; per lo che, specialmente per l’uso comune, molti si servono di finimenti della Lombardia, appunto perché il loro costo è almeno di 1/3 minore di quelli fabbricati nell’interno del paese.
Per questo motivo la Commissione si è determinata a ribassare il prezzo per l’introduzione di questa merce.


Cavour; ministro delle finanze, di marino, di agricoltura e commercio. "Per provare che il commercio dei finimenti esteri è limitatissimo, dirò che in quest’ultimo anno esso si è ristretto a 1200 o 1500 chilogrammi, cioè da 12 a 15 quintali metrici. Ciò che prova che quanto si introduce di fornimenti comuni dall’estero entra per contrabbando. E questo si fa agevolmente, poiché si va in Lombardia con cavalli imbardati coi fornimenti vecchi e si ritorna con fornimenti nuovi. Quelli di lusso, torno a dirlo, sono i soli che s’introducono legalmente, e questi possono benissimo pagare la tassa proposta dal Ministero".

Farina Paolo; faccio primamente notare che il contrabbando sarà tanto minore quanto più di diminuirà il dazio d’introduzione di questi fornimenti. Farò poi avvertire che non sussiste che i medesimi si introducano così facilmente per contrabbando, perché, passando la frontiera, si esamina dai doganieri lo stato dei finimenti nella stessa guisa che si osserva quello delle carrozze. Che alcuna volta si pratichi anche il contrabbando, io non voglio contenderlo; succede per questo ramo ciò che avviene per tutti gli altri. Nulladimeno, come ho dianzi notato, nessuno potrà negare che, passando alla frontiera, i doganieri esaminano lo stato dei finimenti, e che, ove li ravvisino nuovi, obbligano i viaggiatori a pagarne il diritto d’entrata od a riesportarli.
E su questo io posso parlare con piena cognizione di causa, perché più di una volta venni astretto a riesportare i fornimenti, appunto perché erano in buono stato, e conseguentemente venivano giudicati nuovi. Per queste ragioni, io credo che si debba accogliere la riduzione proposta dalla Commissione.

Presidente: metto ai voti la proposta della Commissione di ridurre a lire 50 ogni 100 chilogrammi il dazio sui fornimenti da tiro semplici.

A votazione la Camera non approva.


Presidente: Mi pare che non essendo stata approvata la riduzione proposta dalla Commissione, riguardo ai fornimenti semplici, non sia più necessario procedere a votazione sulle altre proposte, riguardanti i fornimenti guerniti, i lavori da sellaio e da bastaio, e quelli diversi di pelli non denominati.

Torna ai contenuti | Torna al menu