Ferrara Regio Deposito - tradizioneattacchi.eu

14/05/2024
Vai ai contenuti

Menu principale:

Ferrara Regio Deposito

Musei

IN ATTESA DEL
"REGIO MUSEO DI FERRARA"
correva l'anno 2012



IL CONDOMINIO DEI PICCIONI


Ben dodici anni sono trascorsi dalle premesse fatte dalla Dott.ssa Marta Cuoghi Costantini per una degna ricollocazione dei legni, finimenti e accessori, relazionati nell'inventario per la Regione Emilia Romagna registrato dalla Dott.ssa Giuseppina Felice. Gli anni sono trascorsi velocemente, così come molto velocemente ci si sia dimenticati dei legni depositati in quel magazzino dell'ippodromo ferrarese, che ben presto è diventato un habitat ideale per dei volatili assai sporcaccioni; i piccioni. Negli anni strati di guano si sono depositati su questi preziosi "legni" testimoni impassibili del nostro disinteresse collettivo per un passato ricco di tradizioni che i tempi moderni vogliono cancellare. Dei 27 legni inventariati, firmati da nomi di carrozzieri importanti quali - Cesare Sala - Enrico Orsaniga - Marco Fiorini - F.lli Allegra - ed altri non meno sconosciuti, non si nota più la bellezza delle linee, la cromatura dei colori, il bagliore degli ottoni, ma solo una coltre grigiastra e puzzolente! Per non parlare dei ratti che sistematicamente si stanno rosichiando cuoi, passamanerie e merletti!

CORREVA L'ANNO 2024;
primi segnali di UNA
SVOLTA IMPORTANTE?

Forti segnali di rinascita per i "Legni" del Centro Incremento Ippico di Ferrara, il maxi finanziamento di 13,1 milioni di euro, a seguito della candidatura da parte dell’Università di Ferrara, per il nuovo studentato nel complesso dell’Ippodromo comunale, fatta dal Ministero alla Regione Emilia-Romagna. Il finanziamento, sblocca accordi già definiti tra Comune e Università: il Comune concederà l’edificio principale e due scuderie all’Università di Ferrara, che assumerà l’intera gestione dell’intervento di restauro e risanamento conservativo per il quale ha stanziato sul proprio bilancio ulteriori 3,2 milioni di euro che si sommano ai 500.000 euro di fondi comunali e 233.000 euro di contributo regionale. Una montagna di euro che potrebbe dare una svolta molto importante ad una definitiva ricollocazione dei legni in giacenza, attualmente all'ippodromo, presso una struttura definitiva. Augorandoci che le carrozze possano rimanere nella città di Ferrara a disposizione dei cittadini a ricordo di quel Regio Deposito stalloni creato nel 1862 dal Ministero della Guerra. Quasi due secoli di Storia sono transitati sopra questi luoghi, una Storia che non si deve dimenticare, una Storia fatta dalle nostre generazioni che ci hanno preceduto e che possiamo a maggior ragione definire:

LA NOSTRA STORIA


la rinascita

Vogliamo augurarci che le persone incaricate di apportare la rinascita dei Legni del centro Incremento Ippico Ferrara, abbiano la determinazione per portare a compimento questo pregevole progetto che non potrà che portare ad un valore ancor più elevato l'eccellenza della città di Ferrara, che potrà aggiungere ai suoi preziosi Beni Culturali un Regio Museo del cavallo e delle carrozze.

Buon lavoro dunque, da parte nostra seguiremo la costante evoluzione del Progetto di recupero, stando a disposizione per una eventuale collaborazione, nel caso si possa dare qualsiasi informazioni relative al mondo delle carrozze.

per eventuali contatti e-mail: tradizione.attacchi@gmail.com


Torna ai contenuti | Torna al menu